Dateci una mano anche voi

Ogni contributo conta! Dateci una mano anche voi con un piccolo ma preziosissimo contributo per la salvaguardia delle api.

Dateci una mano a preservare gli habitat naturali delle api. Adottate un alveare oppure scoprite i nostri consigli per creare un giardino amico delle api.

Balconi e giardini pieni di vita

Dateci una mano, è facile! Iniziate dal balcone o dal giardino. Le api amano la varietà. Con una maggiore biodiversità nelle vostre fioriere e aiuole ci date una mano a salvaguardare le api. Quali sono le piante giuste? Come creare un paradiso di fiori duraturo? A cosa prestare attenzione per creare un giardino amico delle api? Questo e molto altro ancora nei consigli Coop per il giardino.

La Svizzera ospita numerosissime specie di api: oltre alle celebri api domestiche, nel nostro paese vi sono più di 600 specie di api selvatiche, tra cui anche i bombi. Rapidi e precisi, questi inse i atterrano sui petali dei fiori e, con l’abilità di un acrobata, si intrufolano nel cuore del fiore per raggiungere il nettare e il polline. Essi immergono la loro proboscide nel dolce ne are e lo risucchiano. Il polline rimane invece a accato ai peli e alle setole di cui è ricoperto il corpo delle api, oppure viene abilmente raccolto sulle zampe o sull’addome.

Ma ancora prima che l’osservatore abbia potuto soddisfare la propria curiosità, l’ape è già ripartita per il fiore successivo, o è già in viaggio verso il nido per deporre il polline nel favo. Questo continuo via vai tra i fi ori ci regala, ogni anno, bacche, fru a e verdura, cioccolato e caff è, o i semi per le future piante ... Il nostro intero ecosistema dipende infatti da questi diligenti e infaticabili impollinatori. La moria della api è un fatto che riguarda tu i, e noi tutti possiamo aiutare le api.

E d’altra parte non occorre molto per allestire un piccolo paradiso per questi insetti.

Deborah Millett, presidente di wildBee.ch

Adotta un’arnia!

Il Padrinato Coop per le regioni di montagna assicura ai contadini delle regioni alpine migliori condizioni di vita e di lavoro.

Dateci una mano, adottando un'arnia potete contribuire alla tutela delle api e al sostegno degli apicoltori di montagna. Il progetto «Adotta un'arnia» ha la durata di un'intera stagione e prevede un controbuto di 80.– fr. Ai «genitori adottivi» verrà inviata una cartolina con foto delle api. 

Regala un'arnia da adottare: un gesto carico di rispetto e simpatia! Fate una sorpresa ai vostri cari con un regalo alternativo!  

«Adotta un’arnia» fa parte dell'impegno del Padrinato Coop per le regioni di montagna. Per saperne di più visitate:

I consigli per un giardino amico delle api

1 Utilizzare piante selvatiche indigene

Le api necessitano di una buona offerta di cibo per poter raccogliere polline e nettare a sufficienza. Preziose a tale scopo sono le piante selvatiche indigene. A mo’ di stazioni di rifornimento si possono allestire pentole e cassettine da mettere sui davanzali, in ingresso o sulla terrazza, giardinetti pensili o rigogliosi giardini naturali, mentre le varietà a fiore doppio non offrono cibo alle api.

2 Diversi periodi di fioritura

L’ideale è garantire la presenza di piante che fioriscono a rotazione dall’inizio alla fine dell’anno. Così le api trovano cibo e noi godiamo di una continua e variopinta fioritura. Per quanto riguarda le composite, in primavera si scelga la tussilago farfara, la camomilla o la centaurea, e in autunno gli aster. Per quel che riguarda le labiate si cominci con la salvia comune, per poi proseguire con l’origano, la betonica e, in autunno, la menta. Le pratoline, la consolida o la falsa ortica maculata fioriscono quasi tutto l’anno.

3 Una cassetta con la sabbia

Numerose piante capaci di attirare le api prediligono suoli poveri. In questi casi conviene riempire una cassetta per piante con della sabbia e un po’ di terra e piantarvi qualche rara pianta da fiore. Con un po’ di fortuna, nel sostrato faranno il nido le api selvatiche. E si potrà così osservare l’insetto mentre scava una galleria con le zampine, o arriva volando con il polline e depone i favi nel terreno.

4 Acquistare bio

Promuovere un’agricoltura sostenibile, orientata al biologico e alla biodiversità, è uno dei modi più efficaci per aiutare le api. Durante i vostri acquisti badate ai marchi bio e sostenete metodi di produzione rispettosi delle api.

5 Nidi per api selvatiche

Così come le specie di api, anche i luoghi di nidificazione sono vari, come posizioni assolate, terreni aperti o pareti scoscese. La maggior parte delle specie nidifica nel terreno. Alcune specie fanno invece il nido nel midollo dei rametti. In questo caso è possibile agganciare al balcone o allo steccato alcuni rami lignificati di more, cardi o rose e sarà così possibile osservare come nascono i nidi al loro interno. Altre specie nidificano nel legno morto: in giardino conviene non rimuovere gli alberi morti. Oppure si sistemi un pezzo di ramo in balcone. Anche cavità come muretti a secco o vecchi fori di trapano possono fungere da luoghi di nidificazione.

6 I nidi artifi ciali

Sempre più apprezzate sono le casette delle api per le specie che nidificano nelle cavità. In questo caso è possibile osservare le api anche con i bambini. Queste strutture servono più a noi che alle api selvatiche, con urgente bisogno di aiuto. Offrire cibo e luoghi di nidificazione naturali è più efficace!